Città

Più vicino di quanto pensi
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit.

immagine 0

Polignano a Mare (BA)

Il paese ha una storia molto antica, come in tutta l'area del sud est barese, sono state rinvenute tracce di presenza umana nella frazione di Santa Barbara, risalenti al neolitico.

Fiorente centro di traffici, fu per i Romani un'importante statio lungo la via che collegava Roma a Brindisi. Nel VI secolo, Polignano fu sotto la giurisdizione dell'Impero Bizantino di cui fu adottata la religione ortodossa. Con l'avvento dei Normanni, che dominarono fino al 1194, il prestigio del paese crebbe, grazie anche all'opera dei Benedettini, presenti con due monasteri. La dominazione angioina rese ancora più fitti i rapporti commerciali con altri centri costieri e molti uomini d'affari e mercanti, anche veneziani, elessero Polignano a loro dimora. Nel XVI secolo anche Polignano rientrerà sotto il dominio veneziano per vent'anni. Ancora oggi nel centro storico è presente il palazzo del Doge dove risiedeva il governatore veneziano. Durante la dominazione aragonese, le attività commerciali si svilupparono sotto il controllo di espertissimi mercanti veneziani. Furono erette opere di difesa del paese, ad iniziare dalla costa. Il paese fu più volte visitato da reali: nel 1797, re Ferdinando I delle Due Sicilie, accompagnato da sua moglie e da suo figlio, vi si fermò durante il viaggio per Lecce e, dopo 10 anni anche il re Giuseppe Bonaparte vi fu ricevuto con grandi feste. Abolita la feudalità, Gioacchino Murat volle visitare il Regno di Napoli, compresa Polignano, per potenziarne le capacità militari. Attualmente è un centro agricolo e artigianale.

Di notevole interesse naturalistico sono le sue grotte marine e storicamente importanti sono il centro storico e i resti della dominazione romana. Tra questi ultimi il ponte della Via Traiana, tuttora percorribile, che attraversa Lama Monachile, la profonda insenatura immediatamente a nord del centro storico.

La chiesa Matrice intitolata a Santa Maria Assunta e affacciata sulla piccola piazza Vittorio Emanuele, cuore del centro storico, fu cattedrale fino al 1818, quando la piccola diocesi di Polignano fu aggregata a quella di Monopoli. Nella frazione di San Vito, sulla costa a nord del paese, proprio a ridosso del porticciolo si staglia l'imponente complesso dell'abbazia dei Benedettini. Inoltre, all'interno del territorio rupestre di Polignano vi sono alcune Masserie: tipiche costruzioni risalenti al XVII ed al XVIII secolo, utilizzate come aziende agricole dai grandi proprietari terrieri.

 

Le librerie presenti sono 4, mentre vi è ununica biblioteca.

 

Tutte le manifestazioni

  • Il libro possibile Si tratta della manifestazione culturale più importante della ricca estate polignanese. Tra i vicoli, le piazzette e le terrazze del bellissimo centro storico di Polignano a Mare, si alterneranno scrittori, giornalisti e protagonisti di primo piano della scena pubblica. Libro Possibile non è solo un festival di letteratura, ma un confonto fra autori di generi diversi e lettori. Ogni anno l'iniziativa propone, in una preziosa contaminazione di generi e stili letterari, le più importanti novità della stagione editoriale. Il libro possibile  Winter è una sezione che nasce in continuità con la manifestazione estiva e coinvolge i comuni di Bari, Adelfia, Capurso, Cellamare, Gioia del Colle, Triggiano, Valenzano, con la partecipazione di tutte la scuole di ogni ordine e grado dei territori di riferimento. info...
Cerca città
Cerca manifestazione
torna al menù

Il progetto

In un Paese dove più di 1 persona su 2 non ha mai preso un libro in mano è necessario, per invertire la rotta, ripartire dalla cultura e dalla conoscenza come modello costitutivo di sviluppo. continua...

Gli ultimi Tweet

contatti

CENTRO PER IL LIBRO E LA LETTURA (CEPELL)